fbpx

Giovedì 23 Incontro con Hervé Barmasse al Castello di Introd

L’alpinismo è stato, e per alcuni è ancora, conquista. L’alpinismo origina da quella spinta indistinta di desiderio di conoscenza, esplorazione, rilevazione scientifica, sentimento dell’ascendere, emozioni fisiche, etc etc.
Con il procedere del tempo esso ha sedimentato una sua storia specifica, la storia della pratica, delle tecniche, dell’inesplorato. Il valore del salire su una vetta, rimane certo inalterato per chi compie un’ascensione, ma certo muta a seconda del contesto e della congiuntura storica entro il quale essa si compie. Che senso ha esprimersi allora oggi nei termini di conquista di una montagna, oggi che lo sguardo e il sentimento degli uomini dovrebbe essere così vasto da comprendere la coralità del mondo e non tanto la propria appartenenza, individuale o nazionale? Che cosa significa in fondo scoprire, salire, nuovo, nell’attuale contesto?
Quanta parte dell’odierno alpinismo è fatta di immagini, condivisioni, comunicazione? cosa vuol dire essere alpinisti oggi e magari domani?

Il 23 agosto Hervé Barmasse rifletterà su questi temi e, a mò d’esempio, introdurrà la visione del film Sherpa, il pluripremiato lungometraggio del 2015 che muove proprio da questi interrogativi.

 
Hervé Barmasse è un alpinista e regista di film di montagna (“Non così lontano”, “Linea continua”). Guida alpina del Cervino da quattro generazioni, il suo nome è legato a importanti ascensioni realizzate in tutto il mondo, dalle Alpi alla Patagonia, dalla Cina al Pakistan. Sulla sua montagna di casa, il Cervino, Hervé ha lasciato in modo incisivo la sua traccia fino a diventare l’alpinista che, tra vie nuove,prime invernali e prime solitarie, ha compiuto più exploits. Si è reso protagonista di un’ascensione esemplare in Himalaya salendo in stile alpino la Parete Sud dello Shisha Pangma 8027m in appena 13 ore. “La montagna dentro” (2015) è la sua prima fatica letteraria. Un libro in cui l’alpinista viene dopo l’uomo che pure affronta imprese straordinarie.
 

Sherpa

Il leggendario Sherpa Phurba Tashi si sta preparando a realizzare un record, la  22esima scalata del Monte Everest, quando accade l’impensabile: una valanga uccide 16 sherpa e la loro comunità si unisce nel dolore e nella rabbia, per reclamare la montagna dall’industria dell’avventura e riconsiderare la spiritualità, l’economia e le implicazioni personali dello scalare (o non scalare) l’Everest.
 
 
 

Jennifer Peedom 

La filmografia della documentarista australiana Jennifer Peedom è ricca di successi cinematografici e televisivi. È famosa per i suoi ritratti intimi e coinvolgenti di persone filmate in circostanze estreme. I suoi lavori includono i documentari di fama internazionale MIRACLE ON EVEREST, LIVING THE END e SOLO

Giovedì 23 agosto

Ore 21.15

Castello di Introd

Ingresso libero

Orari

Tutte le serate avranno inizio alle ore 21.15

Al termine di ogni spettacolo seguirà‘ ROUND MIDNIGHT – Tisane dell’azienda agricola da Emy di Emilia Berthod offerte dal Festival agli spettatori che vogliono passare insieme la mezzanotte.

Biglietti

Biglietto d’ingresso per singola serata: 10 €
Abbonamento comprensivo di 3 serate: 25 €
Biglietto per i bambini da 4 a 12 anni: 3 €

Il biglietto può essere acquistato direttamente all’ingresso, tuttavia, in quanto i posti sono limitati è consigliabile prenotare i biglietti compilando il modulo qui sotto.
Tutti gli spettacoli sono previsti all’esterno sulla spianata del Castello. In caso di maltempo gli spettacoli si svolgeranno all’interno del Castello d’Introd,nella Sala giustizia. Dal momento che la capienza è limitata si privilegeranno i primi 100 spettatori che hanno prenotato il biglietto.

Prenota

Prenota ora, paga direttamente all'ingresso.

Compila questo modulo e riceverai una mail di conferma della prenotazione. Porta con te questa mail (stampata o su smartphone) e ritira i tuoi biglietti all'ingresso.

Prenotando il pacchetto delle 3 serate potrai usufruire di uno sconto di 5 € sul totale.

Tutti gli spettacoli sono previsti all’esterno sulla spianata del Castello. In caso di maltempo gli spettacoli si svolgeranno all’interno del Castello d’Introd, nella Sala giustizia. Dal momento che la capienza è limitata si privilegeranno i primi 100 spettatori che hanno prenotato il biglietto.

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram