fbpx

Il teatro disegnato e il cavaliere errante: il Don Chisciotte di Gek Tessaro

Chi ha avuto la fortuna di vedere all’azione Gek Tessaro non ha bisogno di nessun invito a partecipare a questo appuntamento, verrà spontaneamente. Per tutti coloro che invece non l’hanno ancora avuta, la serata del 22 rappresenta l’occasione da non mancare.

Gek Tessaro è un artista superlativo, visionario, poetico, sognante e di rara fantasia. E’ capace di emozionare e interessare allo stesso modo piccoli e adulti.

Racconta storie disegnandole e disegna storie raccontandole, o come in questo caso, raccontandole nuovamente, re-inventandole. E così di Don Chischiotte, l’eroe del lettore di ogni tempo, Gek Tessaro prende il cuore, a esso è interessato, al suo più intimo dispositivo di funzionamento e di comprensione del mondo.

Uno spettacolo unico, importante, imperdibile.

Lo spettacolo propone un percorso di suggestioni liriche sul tema dei cuori in viaggio. Il leitmotiv è il Don Chisciotte, il cuore del cavaliere errante. E’ la lettura che lo farà diventare matto, la lettura come forza travolgente ed inarrestabile, la lettura come magia. 

E’ quindi il leggere ad acquistare un ruolo centrale in questa libera rivisitazione dell’immortale personaggio di CervantesIl cuore di Chisciotte è uno spettacolo visionario e poetico. I cuori diventano i diversi temi trattati dal Cervantes per descrivere la figura del cavaliere errante.

Il cuore dei matti. Il tema della pazzia, ma anche del coraggio. Il tema per eccellenza donchisciottesco, il combattere contro i mulini a vento, l’inutilità del gesto ma anche la bellezza dell’ostinazione, della resistenza, anche nella consapevolezza dell’impossibilità di vincere, il tema dell’onestà, dell’etica.

Il tema del viaggio e della scoperta. Si sa, si conosce, si impara viaggiando. Vedere è conoscere, è la curiosità che ci permette di imparare. Il tema della diversità e dell’amicizia. Chisciotte e Sancho: l’uno educato, colto e magro, l’altro villano, ignorante e grasso. Quale può essere l’incastro felice per due figure così diverse e come proprio questa diversità li possa rendere così indispensabili l’uno per l’altro. Il tema dell’amore. Dulcinea, la figura femminile idealizzata, ma anche la consapevole necessità indispensabile dell’altra metà del cielo. La morte. Il fuoco che si spegne e le riflessioni del proprio essere, esistere e del significato infine delle impronte lasciate.

Il racconto si “anima” mediante l’utilizzo della lavagna luminosa. Nella grande magia della suggestione data dal buio, la lavagna luminosa proietta le immagini ingigantendole. Queste, per la maggior parte, vengono realizzate sul momento. Con tecniche diverse: acrilico, collage, acquarello, inchiostri e sabbia, si sviluppano così scenografie bizzarre, divertenti e poetiche. Costruzioni effimere che vivono, crescono e si concludono con la fine del brano.

La lavagna luminosa costringe l’illustratore a disegnare al rovescio, suggerendogli nuovi punti di vista e distorsioni rivelatrici; a volte disegna con entrambe le mani, per creare particolari effetti di simmetria, adottando una tecnica personale e molto efficace.Ad arricchire ulteriormente la scena contribuiscono le ombre di sagome animate, figurine e personaggi cesellati nel metallo o nel cartoncino, che interagiscono fra loro, con la voce narrante e con la musica.

Il risultato è quello di un gigantesco libro che si anima, si colora, e si racconta.

I brani scelti non appartengono al consueto repertorio per bambini ma a quello della musica del mondo, di paesi e lingue anche sconosciute, ma che riescono a farsi comprendere da tutti, sottolineando e valorizzando l’importanza delle differenze.

Orari

Tutte le serate avranno inizio alle ore 21.15

Al termine di ogni spettacolo seguirà‘ ROUND MIDNIGHT – Tisane dell’azienda agricola da Emy di Emilia Berthod offerte dal Festival agli spettatori che vogliono passare insieme la mezzanotte.

Biglietti

Biglietto d’ingresso per singola serata: 10 €
Abbonamento comprensivo di 3 serate: 25 €
Biglietto per i bambini da 4 a 12 anni: 3 €

Il biglietto può essere acquistato direttamente all’ingresso, tuttavia, in quanto i posti sono limitati è consigliabile prenotare i biglietti compilando il modulo qui sotto.
Tutti gli spettacoli sono previsti all’esterno sulla spianata del Castello. In caso di maltempo gli spettacoli si svolgeranno all’interno del Castello d’Introd,nella Sala giustizia. Dal momento che la capienza è limitata si privilegeranno i primi 100 spettatori che hanno prenotato il biglietto.

Prenota

Prenota ora, paga direttamente all'ingresso.

Compila questo modulo e riceverai una mail di conferma della prenotazione. Porta con te questa mail (stampata o su smartphone) e ritira i tuoi biglietti all'ingresso.

Prenotando il pacchetto delle 3 serate potrai usufruire di uno sconto di 5 € sul totale.

Tutti gli spettacoli sono previsti all’esterno sulla spianata del Castello. In caso di maltempo gli spettacoli si svolgeranno all’interno del Castello d’Introd, nella Sala giustizia. Dal momento che la capienza è limitata si privilegeranno i primi 100 spettatori che hanno prenotato il biglietto.

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram