PERFOMANCE IN VIDEO LIVE CIAK, GIOCO SCENICO A SFONDO CINEMATOGRAFICO A CURA DELLA COMPAGNIA 7-8 CHILI

Condividi

MERCOLEDì 18/08 21.15

Un caleidoscopio di citazioni filmiche, ironico e divertente, che coinvolgerà anche il pubblico tra reale e immaginario. A seguire Proiezione Olmo, di Davide Calvaresi, vincitore del Globo d’Oro 2019 Miglior Cortometraggio. Storia di un pezzo di legno inquieto e disoccupato che non sapendo
dove sbattere la testa, sbatte la testa.

Ciak, il cinema a teatro

Ci sono piccoli spettacoli che sanno regalare buonumore con intelligenza: È il caso di Ciak. Un condensato ma appassionato omaggio alla storia del cinema: quello d’autore così come quello più pop. Moltissimi i film citati – dalla serie di James Bond a Titanic, dagli horror ai gialli – tutti accomunati da una sorta di “mitizzazione” più o meno consapevolmente generata da pubblico, critica, umori del tempo…Capriotti e Calvaresi, avvalendosi l’una della propria flessibile espressività, l’altro di fantasiosa ingegnosità nel manovrare macchinine di carta, simil-origami, asciugacapelli e molto altro, ribaltano quella “leggendarietà”, testimoniando con disarmante ironia – e rara autoironia – l’inconsapevole ma diligente celerità con cui l’umanità si rispecchia in immaginari più o meno fantastici ovvero verosimili. Utilizzando in parte gli stessi strumenti del cinema – una telecamera che riprende in presa diretta quanto avviene sul palcoscenico e lo proietta su uno schermo che, così, moltiplica punti di vista e prospettive – Capriotti e Calvaresi ci ricordano il nostro – forse innato – bisogno di credere in altri mondi – nelle favole? – e ci invitano certo a non soffocarlo bensì ad assecondarlo ma senza mai perdere una necessaria e gioiosamente autocritica consapevolezza di sé.

Cortometraggio Olmo

Olmo porta avanti l a tradizione italiana del teatro di burattini, utilizzando i linguaggi del digitale e le tematiche del contemporaneo. Ma è anche e soprattutto un’indagine sui meccanismi decisionali in una democrazia, è un riflessione sulle conseguenze delle nostre azioni e sulle scelte che prendiamo. Lo spettacolo è pensato come momento interattivo in cui si contaminano i linguaggi del digitale, da animazioni in live-action a condivisioni di contenuti video e audio. In questo spettacolo il pubblico ha un ruolo fondamentale perché dovrà decidere il corso della storia del protagonista, un piccolo burattino che vive in un mondo fatto di legno.

7-8 chili

7-8 chili è un collettivo artistico composto da Davide Calvaresi, Valeria Colonnella, Giulia Capriotti. Dal 2005, condividono un progetto artistico il cui scopo è la crescita culturale e il rinnovamento sociale attraverso l’arte e la creatività. 7-8 chili racchiude nella sua ricerca vari linguaggi artistici dalla performance alla video art, segnalandosi come una delle realtà più innovative del panorama italiano. Attraverso l’ironia e l’originalità affronta complesse tematiche attuali restituendole in modo semplice ad un pubblico ampio. Dal 2010, 7-8 chili è presente nelle maggiori rassegne italiane segnandosi come una della realtà più significative del panorama artistico contemporaneo, partecipa infatti all’ 8° Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale di Venezia, al Premio Equilibrio Roma 2012 per la danza contemporanea e al network Anticorpi XL. Da sempre interessato al tessuto sociale che lo circonda, il collettivo ha sempre realizzato progetti educativi e laboratori legati a tematiche sociali. Negli anni infatti, 7-8 chili cura attività educative in collaborazione con enti e scuole. Dal 2009, organizza costantemente laboratori nell’ambito di centri diurni per diversamente abili, mirati all’integrazione e all’accrescimento di competenze artistiche e motorie.
Dal 2005 al 2010 ha creato e gestito ” l’accademia della fantasia” un progetto educativo per bambini mirato all’ accrescimento delle competenze artistiche e manuali attraverso il gioco e la creatività. 7-8 chili dal 2009, aderisce al progetto Matilde, piattaforma regionale per la nuova scena marchigiana, in collaborazione con regione Marche, Assessorato ai Beni e Attività Culturali e AMAT. Dal 2011 realizza video-istallazioni e documentari grazie al contributo della Regione Marche nell’ambito delle politiche giovanili.
Nel 2012 collabora con Il gruppo educativo di Roma nei progetti di prevenzione e problematiche famigliari tra bambini e genitori. Dal 2013 riceve il sostegno di Marche Teatro – Teatro stabile pubblico per i suoi lavori e progetti artistici. Cura nel triennio 2015/8 laboratori di teatro e prevenzione, incentrati sulle tematiche del bullismo e dell’integrazione sociale in collaborazione dell’Osservatorio Permanente Comunale di San Benedetto del Tronto e l’Associazione Città dei bambini. Nel 2016 collabora con l’associazione Vivo e Anni Verdi nell’organizzazione di progetti per l’infanzia legati all’educazione ambientale.

La serata si chiuderà con “round midnight”: le tisane di Emilia ‘Emy’ Berthod offerte dal Festival agli spettatori che vogliono passare insieme la mezzanotte.

Prenotazioni

 

Contatti

info@festivalintrod.it
329 9435457

Biglietti

5 € – Biglietto under 18 anni
10 € – Biglietto over 18 anni
35 € – Abbonamento (escluso evento pomeridiano della Nuova Barberia Carloni del Teatro Necessario)

Evento Nuova Barberia Carloni del Teatro Necessario
10 € – Adulti
5 € – Bambini

Orari

In caso di maltempo, gli spettacoli del Festival del Castello d’Introd, per gentile concessione della famiglia Fusinaz, saranno realizzati, adattandoli, presso la cascina l’Ola, a pochi metri dalla biglietteria. In relazione al numero limitato di posti disponibili è fortemente consigliata la prenotazione.

Onde evitare assembramenti e code la biglietteria aprirà un ora prima degli eventi e i cancelli mezz’ora prima 

Compila questo modulo per prenotare

  • Ad esempio Mario rossi 07/02/1975, Giuseppe verdi 06/05/1978 ...
  • Se non hai ancora prenotato clicca su nuova, se stai aggiornando la tua precedente prenotazione a seguito delle variazioni di programma seleziona "cambio"

Programma 2022

Il Castello di introd

Pagina Facebook